Consulnet Italia, partner del Progetto SIrcle, ha accolto l’appello di Hope Onlus a sostegno del “Operazione Senza Sprechi in aiuto agli ospedali Covid-19

Una scelta di solidarietà e responsabilità etica

Monica Mazzucchelli, sarà la nuova Ambasciatrice di Hope Onlus, con l’impegno di  coinvolgere imprese nella operazione umanitaria "In aiuto agli Ospedali senza sprechi" nell’ambito dei progetti di Sostenibilità. Managing Director di Consulnet Italia, società di consulenza strategica e formazione manageriale, Board Advisor ed esperta di  sostenibilità d’impresa ha competenze maturate in oltre 20 anni in Aziende nazionali e multinazionali. Con il Progetto Sircle®  Consulnet Italia con gli altri Partner del progetto (Roedl&Partner e Wellnet) si propongono di integrare la responsabilità sociale nella strategia di impresa.

L'innovativo programma di Hope Onlus  interviene nell'Epidemia da Coronavirus con una risposta specifica alle carenze ospedaliere di apparecchiature salvavita per le Terapie Intensive e per i reparti dedicati ai pazienti contagiati dal virus Covid-19, attraverso un processo di sostenibilità al 100%, con un utilizzo virtuoso delle risorse economiche.

L’intento del programma si fonda sulla fornitura immediata agli ospedali impegnati nella cura dei pazienti colpiti dall’Epidemia di Corona Virus di ventilatori polmonari, monitors, ecografi portatili e altre apparecchiature elettromedicali ceduti per l’uso in comodato gratuito a tempo determinato, fino all’esaurimento delle effettive necessità della struttura beneficiaria. Le stesse apparecchiature medicali, di proprietà di Hope Onlus, saranno in seguito da quest’ultima recuperate, verificate e inserite in un ulteriore programma umanitario di sostegno alle necessità sanitarie e di assistenza di altri ospedali in Italia o all’estero, nei Paesi in cui dal 2006 Hope è in prima linea. In tale processo l’utilizzo delle risorse finanziarie permette un’ottimizzazione dell’investimento e un impatto sociale multiplo sul numero di beneficiari diretti, nelle figure di pazienti e personale medico.

L'obiettivo è generare un innovativo modello della gestione delle priorità delle emergenze, ponendo in primo piano il congruo utilizzo delle risorse finanziarie in risposta alle richieste di aiuto: il cambiamento è possibile se si opera in maniera integrata, con una presenza costante di vicinanza, trovando alleanze con investitori illuminati che scelgano di sostenere soluzioni concrete per rilanciare la società civile.