Avviata con successo “Operazione Senza Sprechi”

In risposta all'Emergenza sanitaria Coronavirus

Il 21 marzo 2020, con l’arrivo in Italia di 16 ventilatori polmonari e 5 letti da terapia intensiva perfettamente equipaggiati e pronti all’uso, si è inaugurato l’innovativo Programma Umanitario Emergenza Covid-19, aiuto agli Ospedali senza sprechi.

Le apparecchiature medicali, acquistate in Germania da Hope grazie al prezioso supporto finanziario di tanti donatori privati, sono state trasportate all’aeroporto di Bergamo Orio al Serio dal C-130 dell’Aeronautica Militare messo a servizio di Hope Onlus dal Ministero della Difesa, in giorni di disperata emergenza in tutti gli ospedali lombardi. A tempo record, in poche ore respiratori polmonari e letti sono stati installati e messi a servizio dei pazienti nelle Terapie Intensive del Policlinico di Milano, dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dell’Ospedale Eugenio Morelli di Sondalo, in provincia di Sondrio.

Da quel giorno la nostra Task Force, al servizio degli ospedali che quotidianamente lottano contro il Coronavirus, ha importato e consegnato decine e decine di apparecchiature salvavita con un nuovo e rivoluzionario processo operativo, altamente sostenibile: ecografi, respiratori e monitor si prestano a un ospedale nell’emergenza, si rigenerano, si mettono a disposizione di un altro ospedale bisognoso, poi di un altro e di un altro ancora, garantendo così un aiuto diretto e qualificato a migliaia di pazienti.

L’intento del programma sanitario di emergenza da noi ideato, si fonda sulla fornitura immediata agli ospedali impegnati nella cura dei pazienti colpiti dall’Epidemia di Corona Virus di apparecchiature medicali.

Ventilatori polmonari, monitors, ecografi portatili e altre apparecchiature elettromedicali vengono ceduti per l’utilizzo immediato in comodato gratuito a tempo determinato, fino all’esaurimento delle effettive necessità della struttura ospedaliera beneficiaria.

Le stesse apparecchiature medicali rimangono di proprietà della nostra organizzazione per essere “tecnicamente rigenerate” per un altro ospedale bisognoso, venendo così inserite in un circuito virtuoso di economia circolare. Dopo l’emergenza dell’epidemia, saranno da recuperate, verificate tecnicamente e inserite in un ulteriore programma umanitario di sostegno alle necessità sanitarie e di assistenza di altri ospedali in Italia o all’estero, con particolare attenzione alle urgenze delle comunità più fragili di Siria, Libano, Giordania.

Il programma umanitario di aiuto sanitario specialistico, altamente innovativo e senza precedenti, si inserisce all’interno dell’esperienza pluriennale di Hope Onlus, organizzazione no profit, laica e indipendente che aiuta bambini e comunità in difficoltà in Italia e in Medio Oriente, realizzando interventi di aiuto umanitario e di sviluppo sostenibile a tutela della salute e dell’educazione. Inaugura un processo di sostenibilità al 100%, con un uso virtuoso delle risorse finanziarie al 100% e risposta immediata a bisogni specifici sanitari al 100%.

In pochi mesi l’operazione di Hope Onlus Ospedali senza sprechi metterà a disposizione delle strutture sanitarie, di medici, di pazienti più di 100 apparecchiature elettromedicali tecnologicamente all’avanguardia, acquistate grazie al preziosissimo aiuto di piccoli e grandi donatori privati.

Il programma pilota, basato sullo slogan “Fatti, non parole”, riuscirà a trasformare una drammatica mancanza di tecnologia salvavita in una grande opportunità non solo di solidarietà ma di esempio replicabile di filiera controllata al 100%, con un uso ottimale delle risorse e un’applicazione pratica di metodi innovativi per affrontare la crescente scarsità di risorse e le pressioni ambientali legate al modello economico lineare.

Unisciti a noi e agli ospedali nell’Operazione senza sprechi: ogni donazione fa la differenza. Insieme si fa prima. Sempre.

aiutaci