Missione.

Hope opera attraverso programmi di co-sviluppo nei settori della salute e dell’educazione a tutela di minori a rischio. Attua modelli innovativi di intervento che favoriscono percorsi efficaci e sostenibili in risposta alle necessità dei beneficiari. Crea concrete e durature opportunità di miglioramento delle condizioni di vita per bambini e giovani in difficoltà.

Metodo.

Hope utilizza modelli operativi del settore profit e li applica alla realizzazione di programmi umanitari. Risponde a richieste di aiuto per bisogni specifici di ospedali, orfanotrofi,scuole, asili, centri di accoglienza e di primo soccorso, attuando processi di valorizzazione e rafforzamento delle capacità locali.

Valori.

Hope sostiene chi nella propria quotidianità antepone il valore della persona, il dialogo e la convivenza alle distinzioni di credo religioso e di appartenza etnica e condizione socio-economica.

Ogni progetto favorisce un coinvolgimento attivo ispirato ai valori di corresponsabilità, sussidiarietà e sviluppo sostenibile.

Storia.

Hope è stata fondata nel 2006 da Elena Fazzini per sostenere e finanziare la realizzazione dell’ospedale italiano, l’Holy Family Hospital di Nazareth in Israele.

Unendo una consolidata esperienza in organizzazioni umanitarie internazionali e capacità manageriali, Elena da allora, si dedica con professionisti altamente specializzati a mettere al servizio della solidarietà passione, impegno e competenze.

Bilancio.

Hope controlla e gestisce ogni singolo euro impiegato negli interventi di aiuto, secondo criteri di trasparenza ed efficienza.
A fronte di 5 euro donati, 1 euro transita dai conti economici di Hope Onlus e 4 euro arrivano direttamente ai destinatari dei progetti umanitari.